Mar. Gen 31st, 2023

Nell’ultima settimana sta tenendo banco ovunque il capodanno gate di Amici. Come si è detto in lungo e in largo, gli allievi del programma di Maria De Filippi hanno trascorso il capodanno in casetta. Sei di loro hanno compiuto un fatto grave che ha portato all’espulsione dalla scuola di Tommy Dali e alla sfida immediata per Valeria Mancini contro il figliol prodigo Cricca, persa dalla ragazza. Maria De Filippi ha parlato appunto di fatto grave ma non ha specificato cosa sia successo. Dicono di non volerlo rivelare per tutelare i ragazzi. Un’ipotesi però è arrivata subito sul web, ossia che i sei ragazzi “colpevoli” avrebbero usato la noce moscata come fosse una droga naturale. Sembra infatti che la spezia se presa in grandi quantità provochi allucinazioni, ma anche vomito, malori capogiri e altri malesseri. La produzione se n’è accorta proprio perché i ragazzi sono stati male nei giorni successivi. È notizia di ieri tra l’altro,che Dagospia ha confermato che l’ipotesi noce moscata sia vera in quanto è stata scoperta una ricerca fatta su Google dai ragazzi: sostanze stupefacenti artigianali.

Inutile dire che sono d’accordo con i provvedimenti ma dico anche che non capisco perché dei sei ragazzi ne siano stati mandati via solo due e non tutti. Non capisco perché se tutti, professori compresi, hanno detto che il capobanda è stato Wax lui sia ancora in gioco. Ovviamente tutti a vent’anni abbiamo fatto delle stupidaggini, e anche forti. Io per esempio vivevo in Lombardia e sono andata in Puglia per incontrare uno che mi piaceva e i miei genitori pensavano fossi a un’ora da casa. Quindi io sono per la strigliata, non per la punizione troppo forte, però la legge deve essere uguale per tutti, se ne mandi a casa due, dovrebbe esserci lo stesso trattamento per tutti!

Alla prossima pillola, baci velenosi a tutti


Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire NonSolo.TV su Instagram
Clicca qui per seguire NonSolo.TV su Google News
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram