Mer. Mar 22nd, 2023

È stata una versione molto polemica della Carmen, quella che nel 2009 diede il via alla stagione del Teatro alla Scala di Milano.

Diretta da Daniel Barenboim (per lui fu la prima volta nel celebre teatro meneghino) con la regia di Emma Dante, divise fortemente la critica, a partire dalla scelta della regista palermitana di portare in scena la sua Sicilia al posto di Siviglia, ambientazione originale dell’opera messa in musica da Georges Bizet per la prima volta a Parigi il 3 marzo 1875.

Tratta dalla novella omonima di Prosper Mérimée del 1845 (con le variazioni del caso apportate da Bizet) non raggiunse immediatamente il successo e Bizet, morto tre mesi dopo la prima rappresentazione, non potè vedere la celebrità che l’opera riuscì a raggiungere (tanto da essere tutt’oggi replicata). Ma è noto che tanti grandi raggiungono la fama solo quando si trovano six feet under fossa.

La Carmen del 2009 e le polemiche

Scelta da Stéphane Lissner, allora sovrintendente e direttore artistico del teatro meneghino (lo sarà tra il 2005 e il 2015), la Dante parlerà così della sua Carmen in un’intervista rilasciata a La Repubblica: “Carmen è una creatura nuova per me, e mi sento più vicina a quella di Mérimée (quella della novella da cui l’opera è tratta, ndr) che a quella di Bizet: le donne dei miei spettacoli sono scimunite che un contesto di furia, dolore e sottomissione ha rincoglionito. Carmen invece non è una vittima, è una ribelle che trasgredisce ogni regola, che diserta ogni perbenismo: conosce da sempre il suo destino di morte e per sete di libertà, è lei ad andarle incontro”.

Ma gli habitué della Scala sono ben lontani dalla sicilianità della Dante e a fine spettacolo hanno fatto notare il proprio disapponto con tanto di ululati (che ben poco si confanno al contesto del teatro meneghino – di seguito potete vedere il deprecabile accaduto, a partire da minuto 6 e 30 o giù di lì). Critiche giunsero pure da un altro mostro sacro del teatro italiano come Franco Zeffirelli.

La Carmen del 2009 alla Scala, il cast

Copiosi applausi, viceversa, per gli artisti.

Ad impersonare Carmen, con la sua straordinaria voce, il mezzosoprano georgiano Anita Rachvelisvili, che debuttò allora per poi diventare una star dei palcoscenici più prestigiosi. Al suo fianco il tenore tedesco Jonas Kaufmann nei panni di Don José, il basso Erwin Schrott nei panni del torero Esclamillo e il soprano Adriana Damato come Micaela. Tanto la Rachvelisvili quanto Kaufmann furono scelti come la Dante dall’allora direttore artistico.

Per quanto riguarda le scene e l’allestimento se n’è occupato Richard Peduzzi, i costumi sono della stessa Dante e la Regia televisiva (qualora vediate l’opera spesso in onda su Rai 5) è di Lorena Sardi.

(Scritto da Alessia D’Anna il 17 gennaio 2021. Ampliato e ripubblicato il 9 marzo 2023)


Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire NonSolo.TV su Instagram
Clicca qui per seguire NonSolo.TV su Google News
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram