Bastardi a mano armata: come finisce? Dove è stato girato?

16 Ottobre 2023 Off Di Alessia D'Anna
Bastardi a mano armata: come finisce? Dove è stato girato?

La pellicola “Bastardi a mano armata” appartiene al genere thriller con elementi crime. Inizialmente, il film era destinato alle sale cinematografiche, ma a causa delle restrizioni legate alla pandemia, è stato rilasciato direttamente in streaming digitale, offrendo l’opzione di acquisto o noleggio. Questo progetto cinematografico è frutto di una collaborazione italo-brasiliana datata 2020. La sceneggiatura originale è stata curata da Gabriele Albanesi, Luca Poldelmengo e Gianluca Curti.

Bastardi a mano armata – cast e curiosità

La regia del film è affidata a Gabriele Albanesi. I protagonisti principali sono Michele e Damiana, interpretati rispettivamente da Peppino Mazzotta e Maria Fernanda Candido. Nel cast, spicca anche Fortunato Cerlino nel ruolo di Caligola. Tra gli altri attori importanti, troviamo l’attrice emergente Amanda Campana nel ruolo di Fiore, con esperienze recenti nel teen drama prodotto da Netflix, “Summertime”. Marco Bocci, noto per il ruolo del commissario Nicola Scialoja in “Romanzo Criminale” e del vicequestore Domenico Calcaterra in “Squadra antimafia”, interpreta il personaggio di Sergio.

Dove è stato girato?

Le riprese hanno avuto luogo nel febbraio 2020 nel Lazio, specificamente a Fiumicino e a Roma, grazie al finanziamento della Regione Lazio tramite il Fondo Regionale per il Cinema e l’Audiovisivo.

La trama e il finale

La storia ruota attorno a Michele, un uomo di mezza età benestante che vive in un elegante chalet situato tra le montagne, lontano dalla città più vicina e con comunicazioni limitate. Con lui ci sono la moglie Damiana e la figliastra adolescente Fiore. La relazione tra Michele e Fiore è complicata, soprattutto perché lei non lo considera suo padre e lui la rimprovera costantemente per il suo utilizzo dei social network.

Un evento drammatico scuote la loro vita quando un uomo, Sergio, irrompe nella loro casa dopo un litigio familiare. Inizialmente, la famiglia non comprende le motivazioni di questo gesto, ma presto si rende conto di essere presa in ostaggio e sottoposta a torture fisiche e psicologiche. Sergio rivela di essere lì per recuperare un prezioso bottino da un furto avvenuto diversi anni prima, e Caligola lo ha ingaggiato per questa missione. Inoltre, emergono segreti inquietanti all’interno della famiglia, noti agli invasori, come la complessa relazione tra Michele e Fiore. Il finale rimane avvincente e misterioso.