Gio. Nov 23rd, 2023

“Io e Marilyn” è una commedia italiana del 2008 diretta da Leonardo Pieraccioni, che porta sul grande schermo Suzie Kennedy, celebre attrice britannica nota per il suo ruolo come sosia di Marilyn Monroe.

La location di Io e Marylin

Il film, seguendo la consuetudine delle produzioni di Pieraccioni, esibisce le bellezze italiane come sfondo. L’ambientazione si concentra principalmente a Firenze, ma non si limita a questa città. Il regista, originario del capoluogo toscano, ha scelto diverse località nel paese.

Diverse sono le testimonianze delle bellezze artistiche della città toscana. Dal celebre Ponte Vecchio a Santa Maria Novella, passando per Via San Gallo, con quest’ultima che ospita La Boutique del cannolo gioioso, gestita da Massimo e Petronio, interpretati rispettivamente da Massimo Ceccherini e Luca Laurenti.

Alcune riprese sono state girate anche a Roma, principalmente in interni. Tuttavia, la scena finale, in cui Gualtiero e Marilyn sono protagonisti, si svolge a Piombino, con uno sfondo mozzafiato.

La trama del film

La storia segue Gualtiero Marchesi, un idraulico divorziato di 44 anni che cerca in ogni modo di mantenere un rapporto con sua figlia Martina. Quest’ultima vive con sua madre Ramona, impiegata nel circo del nuovo compagno, Pasquale.

In una notte, durante una seduta spiritica giocosa, Gualtiero si trova coinvolto in un’esperienza straordinaria: il fantasma di Marilyn Monroe appare nella sua casa. Inizialmente scettico, Gualtiero viene aiutato da Arnolfo, esperto di spiriti, per affrontare questa situazione apparentemente assurda.

Con l’aiuto di Marilyn, diventata la sua guida personale in fatto d’amore, Gualtiero cerca di ristabilire il legame con la propria famiglia, concentrando i suoi sforzi sul rapporto con la figlia Martina e sulla riconciliazione con la vita che ha di fronte.

Il finale

Anni più tardi, in un momento più pacifico della loro vita, John e Jenny accolgono una terza figlia. Ma nonostante sembri che le cose vadano meglio, John inizia a sentirsi insoddisfatto della sua carriera. Con il sostegno di Jenny, decide di cambiare mestiere e diventa giornalista, trasferendosi con la famiglia in Pennsylvania.

Con il passare degli anni, Marley, diventato anziano, inizia a soffrire di problemi intestinali. Dopo aver consultato il veterinario e considerato la sua sofferenza, la famiglia prende la difficile decisione di porre fine alle sue pene. Marley muore serenamente, circondato dall’amore di John. La famiglia decide di salutare il loro amato compagno e lo seppellisce sotto l’albero preferito nel giardino di casa. E così, la loro storia con Marley continua a vivere nei loro cuori.


Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire NonSolo.TV su Instagram
Clicca qui per seguire NonSolo.TV su Google News
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram