Gamification dei sistemi di pagamento e dei servizi bancari

28 Novembre 2023 Off Di NonSolo.Tv
Gamification dei sistemi di pagamento e dei servizi bancari

Il mondo della finanza sta attraversando una rivoluzione tecnologica che sta influenzando profondamente le abitudini e le percezioni legate ai servizi bancari e ai sistemi di pagamento. Questa trasformazione è guidata dalla sempre crescente adozione di nuove tecnologie e ha un impatto significativo sulle nuove generazioni.

L’evoluzione dell’IT nel settore bancario

La rivoluzione dell’Information Technology (IT) nelle istituzioni bancarie è in corso da molti anni, ma si sta sviluppando lentamente, trasformando gradualmente le abitudini delle nuove generazioni. Le banche, storicamente considerate istituzioni “necessarie” per le transazioni quotidiane e i servizi finanziari, stanno cercando di adeguarsi all’evoluzione tecnologica per rimanere rilevanti per le nuove generazioni.

Ad oggi, i giovani cercano servizi rapidi per utilizzare il proprio denaro e pagare, depositare soldi online e fare molto altro ancora. Molte aziende moderne iniziano a puntare in particolare sui giovani e modernizzano i propri servizi. Non sorprende che molti siti legati ai sistemi di pagamento abbiano adottato anche l’esperienza della gamification dei propri servizi. Questa tendenza è particolarmente visibile sui siti di intrattenimento. Un vivido esempio è il casinò con prelievo immediato, dove è possibile vedere la combinazione di un approccio di gioco con processi di pagamento. L’implementazione di questo approccio nel campo del gioco d’azzardo, dove le aziende prestano particolare attenzione agli interessi dei propri clienti, segnala che sempre più aziende si rivolgeranno alla gamification dei propri servizi.

Tuttavia, nonostante l’adozione di nuove tecnologie, il linguaggio utilizzato dalle banche nell’interfacciarsi con il pubblico non sempre rispecchia quello dei giovani. Molte istituzioni bancarie sembrano mantenere una certa inaccessibilità e un’aura di potere, mantenendo informazioni chiuse e difficili da comprendere per il pubblico comune. Questo approccio è finalizzato a giustificare l’atto di affidare i risparmi alla loro competenza.

Gamification nelle banche

Una controtendenza è emersa grazie a Internet e all’accesso online ai conti bancari, consentendo alle persone di accedere a parte delle informazioni precedentemente disponibili solo recandosi in filiale. Questa tendenza è stata successivamente potenziata tramite dispositivi mobili, fornendo strumenti che avvisano i clienti in tempo reale sulle tendenze di mercato o sull’arrivo dello stipendio sul proprio conto.

Il passo “rivoluzionario” è trasformare l’accesso alle informazioni del conto in contenuti interattivi, dinamici e diretti dalle azioni del cliente, indipendentemente dai consulenti bancari. Un esempio semplice di questo concetto è il risparmio mirato con servizi come Smarty Pig.

Oggi, le banche devono adottare idee stimolanti della gamification, utilizzando il modello PBL (punti, badge, classifiche) con l’obiettivo di creare fedeltà attraverso un’interazione piacevole. Questa strategia cerca di abituare i clienti a un meccanismo interattivo piacevole, convincendoli a non voler abbandonare mai questa esperienza.

Gamification con focus ambientale ed educazione finanziaria

L’engagement in questo contesto cresce parallelamente alla semplificazione, poiché le procedure e i concetti finanziari non sono affatto intuitivi. L’approccio giocoso viene combinato con concetti cari alle nuove generazioni, come l’educazione ambientale, il micro risparmio e la finanza sostenibile.

Un esempio rilevante in questo contesto è la proposta di Flowe, che sostiene di investire le risorse bancarie per creare profitto attraverso attività ambientali e sociali, quasi come un’organizzazione non profit. La carta di credito di Flowe è addirittura realizzata in legno, associando ogni titolare di conto a un nuovo albero piantato in Guatemala. Questa iniziativa mira a creare una consapevolezza ambientale e sociale tra i titolari dei conti attraverso gruppi di spesa, educazione alla sostenibilità e al divertimento come prerequisito per la cura del mondo.

Analisi di alcune app e servizi bancari con gamification

Molte banche stanno sperimentando nuovi approcci, incorporando meccaniche di gamification nei loro servizi per migliorare l’esperienza del consumatore. Alcuni esempi notevoli includono:

  • Oval Money: Un’app che consente agli utenti di accumulare risparmi automaticamente attraverso regole personalizzate, come mettere da parte una certa quantità di denaro ogni settimana o arrotondare gli importi delle transazioni.
  • Satispay: Un’app che permette di effettuare pagamenti tramite smartphone e di risparmiare attraverso cashback. Gli utenti possono impostare obiettivi di risparmio personali e monitorarne i progressi attraverso una barra di avanzamento.
  • Yap – Nexi: Un’app specificamente rivolta ai giovani, con la possibilità di personalizzare l’interfaccia grafica attraverso “Skins” sbloccabili tramite ricariche del conto. Inoltre, offre un’originale lotteria per motivare gli utenti a effettuare pagamenti.
  • CheBanca!: Ha introdotto il programma di raccolta punti “YourClub” per premiare i clienti in base alle azioni compiute, come il saldo medio del conto e l’utilizzo di determinate funzionalità dell’app.
  • Intesa Sanpaolo – Reward: Un’app che coinvolge gli utenti attraverso la gamification, offrendo missioni da completare per accumulare stelle e medaglie, convertibili poi in premi.
  • JPMorgan: Ha adottato un approccio sorprendente, rimborsando in modo casuale le spese effettuate con la carta di credito, sfruttando l’elemento dell’imprevedibilità per stimolare l’interesse e il passaparola.
  • Fineco: Utilizza la gamification nella sezione del profilo degli utenti, assegnando loro livelli in base alle azioni svolte sulla piattaforma. Obiettivi, barre di avanzamento, badge e missioni sono parte integrante del sistema di gamification di Fineco.

Gamification nei servizi bancari

Mentre i tradizionali concetti di risparmio e investimento rimangono al centro delle strategie, la gamification apre la strada a nuovi orizzonti, spingendo le banche a trasformarsi in entità più interattive, coinvolgenti e, allo stesso tempo, socialmente responsabili. La sfida per le istituzioni finanziarie sarà mantenere l’equilibrio tra l’innovazione tecnologica, l’attrattiva per le nuove generazioni e la sicurezza finanziaria.

In definitiva, la gamification nei servizi bancari non è solo un trend passeggero, ma rappresenta una trasformazione significativa nel modo in cui le persone interagiscono con il settore finanziario. È un’opportunità per le banche di creare legami più profondi con i loro clienti, educarli in modo divertente e sostenibile, e contribuire a plasmare una visione più positiva del mondo finanziario del futuro.