Gio. Nov 30th, 2023

Il film “L’ultimo dei templari”, con Nicolas Cage e Ron Perlman, si svolge in ambienti spesso gelidi, tra montagne, scogliere mozzafiato e maestosi castelli. Tuttavia, dove sono stati effettivamente girati questi scenari quando non si è fatto uso della CGI?

La location del film L’ultimo dei templari

Nella realtà, dove si trovano esattamente i luoghi al centro di questo film ambientato nel XIV secolo?

Il villaggio di Behman e Felson è stato chiamato Villach, ma per ricreare un’ambientazione così medievale, la troupe ha viaggiato in tutta Europa. “L‘Ungheria è stata il nostro punto di riferimento principale, ma abbiamo trascorso del tempo anche a Vienna e Salisburgo” ha dichiarato il regista Dominic Sena, aggiungendo quindi: “Soprattutto in Austria si trovavano grandi foreste, monasteri e castelli”.

Il clima invernale ha contribuito al film, con le riprese iniziate nelle Montagne Morte, Austria. La location più difficile da trovare era la residenza del cardinale Marburg.

Altre riprese sono state effettuate al Castello di Goldegg, nel distretto di Sankt Johann im Pongau, e in diverse località austriache per i paesaggi e il clima. Dal territorio austriaco si passa alla Croazia, precisamente all’Istria. Scene di freddo e naufragio sono state girate a Capo Promontore, nella punta più meridionale dell’Istria. Anche la città di Pula ha ospitato scene, soprattutto per scogliere e boschi. Infine, in Ungheria, sono state utilizzate le zone di Sóskút e Dobogók?, immerse nella natura.

Come finisce il film

Nel 1235, nel villaggio di Villach, tre donne streghe vengono condannate alla morte per stregoneria. Durante l’esecuzione, una delle donne confessa, ma tutte vengono uccise tranne una che torna in vita e uccide il prete. Nel XIV secolo, i cavalieri Behman e Felson abbandonano la Crociata Smirniota e tornano in patria devastata dalla peste. Incarcerati, vengono incaricati di scortare una presunta strega a un’abbazia per fermare l’epidemia. Lungo il viaggio, muoiono alcuni compagni in circostanze misteriose. All’abbazia, scoprono che la peste ha colpito anche lì e i monaci sono morti. Il prete Debelzaq cerca di esorcizzare la presunta strega ma scopre che è posseduta dal demonio. Durante il rito, il demonio cerca di distruggere un libro magico. Il gruppo capisce che il demonio è la causa della peste e combatte per sconfiggerlo. Alla fine, il rito viene completato, ma a costo della vita dei due cavalieri. Il chierico Kay e Anna, la donna ex-strega, partono portando con sé il libro magico, dopo aver seppellito i compagni caduti.


Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire NonSolo.TV su Instagram
Clicca qui per seguire NonSolo.TV su Google News
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram