Mer. Gen 17th, 2024

Il 2019 ha visto emergere una storia coinvolgente, dapprima su YouTube, poi trasformata in un libro e infine portata sul grande schermo. La vicenda dei fratelli Giacomo e Giovanni Mazzariol ha catturato l’attenzione del pubblico, diventando un caso letterario e cinematografico italiano di rilievo. Ecco cosa sappiamo del film Mio fratello rincorre i dinosauri.

La trama del film Mio fratello rincorre i dinosauri

Giacomo, detto Jack, esplode di gioia all’annuncio della nascita del fratellino Giovanni, chiamato Gio, specialmente quando apprende che ha un cromosoma in più, rendendolo “speciale”. La trama segue il percorso di Jack nel corso degli anni, passando dall’entusiasmo iniziale alla delusione e al rifiuto quando si rende conto che Gio ha la Sindrome di Down.

La narrativa si sviluppa quando Jack, al liceo e innamorato di Arianna, compie scelte radicali per impressionare la ragazza. Si unisce a un collettivo studentesco, modifica il suo aspetto e, in un momento di insofferenza, mente sul fratello, dicendo che è morto. Questa bugia scatena una serie di problemi e allontana Jack dagli amici.

Come finisce il film

La situazione si complica ulteriormente quando Gio diventa una star di YouTube. Per proteggere la sua bugia, Jack cancella i video di Gio e organizza una messinscena per incolpare un gruppo di estremisti di destra. Tuttavia, la situazione sfugge di mano, costringendo Jack a confessare di aver orchestrato tutto.

Isolato e disonorato, Jack realizza quanto tenga a Gio e si rende conto dell’importanza del fratello nella sua vita. Con una nuova maturità, si riconcilia con la famiglia, ritrova gli amici e abbraccia il modo unico di vivere la vita grazie ai “superpoteri” di Gio.

Ambientazione e location

Tra le diverse location selezionate per portare in vita questa storia, spiccano il centro storico di Pieve di Cento (BO), il suggestivo Giardino del Gigante a Cento (FE), un’opera d’arte ambientale immersa in un’area verde pubblica.

Le telecamere catturano Piazza Maggiore, cuore pulsante di Bologna, Piazza Santo Stefano con la sua atmosfera suggestiva, i Giardini Margherita che aggiungono un tocco di natura urbana.


Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire NonSolo.TV su Instagram
Clicca qui per seguire NonSolo.TV su Google News