The accountant è basato su una storia vera? È previsto un sequel del film?

19 Marzo 2024 Off Di Alessia D'Anna
The accountant è basato su una storia vera? È previsto un sequel del film?

Il thriller d’azione “The Accountant”, uscito nel 2016 e basato sulla sceneggiatura di Bill Dubuque viene proposto questa sera in tv. Il film, con un budget di 44 milioni di dollari, ha incassato 155 milioni, superando le aspettative. Ecco trama, storia vera e info circa la possibilità di un sequel.

La trama del film The Accountant

“The Accountant” è apprezzato per la sua miscela di azione e complessità della trama, che presenta elementi di forte drammaticità e ironia leggera. Il protagonista, interpretato da Ben Affleck, è un personaggio atipico, un genio matematico affetto dalla sindrome di Asperger, il cui fascino contribuisce significativamente all’opera. Nonostante il successo finale, la produzione del film ha incontrato diverse difficoltà, con la sceneggiatura che circolava ad Hollywood dal 2011 senza trovare finanziamenti.

La storia ruota attorno a Christian Wolff, un contabile freelance con la sindrome di Asperger che lavora anche per organizzazioni criminali. Accettando un incarico da una società di robotica, Wolff scopre delle discrepanze nei conti che lo conducono a una pericolosa verità, con un aumento delle vittime lungo il cammino.

The Accountant, storia vera e possibilità di un sequel

Il regista Gavin O’Connor ha confermato il sequel di The Accountant, con Ben Affleck nel ruolo di Christian Wolff. Dopo il successo del primo film, O’Connor ha avviato il progetto di una trilogia dedicata al contabile dalla doppia vita. Le riprese del sequel dovrebbero iniziare nel corso del 2024, sebbene gli impegni di Ben Affleck abbiano rallentato la produzione. Al momento non è stata annunciata una data di uscita ufficiale, ma è probabile che il film non arrivi prima della seconda metà del 2025.

Ben Affleck e Jon Bernthal sono confermati nel cast del sequel, insieme a J.K. Simmons nel ruolo di Ray King e Cynthia Addai-Robinson nel ruolo di Marybeth Medina. Il sequel dovrebbe riprendere la narrazione dal finale del primo film, esplorando il rapporto tra i due fratelli Wolff, con il personaggio di Bernthal che avrà un ruolo più prominente. Al momento non sono stati rivelati dettagli sull’antagonista, ma potrebbe coinvolgere una nuova cospirazione della Living Robotics.

Si prevede che la trilogia si concluderà con un terzo capitolo che metterà un punto alla vicenda dei due fratelli Wolff, portando a una conclusione epica della saga. Specifichiamo infine che il primo capitolo della saga non è ispirato ad una storia vera.