Total Recall, com’è cambiata la vita dell’attrice Lycia Naff, prostituta aliena con tre seni in Atto di Forza

22 Agosto 2020 Off Di Cristina Pezzica
Total Recall, com’è cambiata la vita dell’attrice Lycia Naff, prostituta aliena con tre seni in Atto di Forza

Lycia Naff, che intepretava l’aliena con tre seni nel film ‘Total Recall’, racconta come il film ha cambiato la sua vita.

‘Total Recall’ (1990) è un film che ha raggiunto lo status di cult movie per gli appassionati di fantascienza. Diretto da Paul Verhoeven, con Arnold Schwarzenegger nei panni del protagonista Douglas Quaid, il film ha vinto l’Oscar per i migliori effetti speciali ed è stato nominato ai BAFTA. Nel 2012, Len Wiseman ne ha diretto un remake.

Tuttavia nel primo film è presente una scena molto iconica che ha visto protagonista l’attrice Lycia Naff. E le ha cambiato la vita, come rivela lei stessa in un’intervista a Vulture, riportata dal Daily Star.

Lycia Naff, la prostituta aliena con tre seni di ‘Total Recall’

Nel film, la Naff interpreta un personaggio secondario. Che tuttavia ha catturato subito l’attenzione del pubblico. Ai tempi in cui uscì il film, infatti, gli effetti speciali stavano diventando sempre più sofisticati.

Hollywood, come racconta la Naff, impazziva per il green screen e per il makeup prostetico. Quest’ultimo consentiva di cambiare le fattezze di attori e attrici, con risultati spesso sorprendenti.

E’ il caso dell’aliena mutante interpretata dalla Naff; una prostituta incontrata dal protagonista Douglas Quaide. Quando Schwarzenegger si avvicina alla donna, lei gli sorride ammiccante e si apre il vestito, rivelando di avere ben tre seni.

I seni non appartenevano davvero a Lycia Naff, si trattava infatti di tre protesi di silicone applicate sul corpo dell’attrice.

Che, tuttavia, confessa di essersi sentita estremamente a disagio nel girare quella scena. Al punto da abbandonare la carriera cinematografica.

“Quella scena è stata imbarazzante, ero mortificata”

Chiariamo subito che l’attrice ha sempre affermato di essersi dichiarata disponibile a girare la scena di nudo frontale con le tre protesi. Solo quando il regista ha cominciato a girare, Lycia Naff ha capito di non sentirsi a suo agio.

“Lo so che nella parte sembro molto convincente e sicura di me”, ha dichiarato nel corso dell’intervista. “Ma se guardate con attenzione, c’è un lampo di incertezza nei miei occhi in quella scena. Le mie labbra sorridevano; gli occhi no.”

L’attrice sarebbe scoppiata a piangere non appena le riprese sono terminate. “E’ strano, perché quello non era neppure il mio seno, si trattava di protesi. Eppure mi sono sentita così esposta, ero mortificata e imbarazzata.”

Dopo l’esperienza con ‘Total Recall’, Lycia Naff ha recitato anche in ‘Star Trek: The Next Generation’ e in ‘Baywatch’. Ma il suo nome è sempre rimasto legato a filo doppio quella scena che ha continuato a perseguitarla.

Per questo, dopo qualche altro cameo, l’attrice si è ritirata dalle scene. E ripensando al suo esordio, oggi ne parla con malinconia e rimpianto.Non mi rendevo davvero conto di cosa avessi accettato di filmare. E quando ho aperto il vestito, la sensazione è stata così reale che sono scoppiata in lacrime.”


Vuoi rimanere aggiornato su tutte le ultime news? Seguici anche su Instagram cliccando qui e su Google News cliccando qui