Mer. Feb 1st, 2023

E’ stata una delle serie dell’anno di Netflix, assieme a Squid Game.

Sebbene non planetario, il suo successo ha – per noi italiani – un valore se possibile maggiore perché parliamo di un prodotto assolutamente made in Italy (o made in Rome, meglio dire): parliamo di ‘Strappare lungo i bordi’, serie animata disegnata da Zerocalcare.

LEGGI ANCHE => Strappare lungo i bordi 2: ci sarà il secondo capitolo della serie Netflix di Zerocalcare?

In molti si sono chiesti, tra una polemica e l’altra sul fatto che la serie non fosse comprensibile per i non romani (una polemica decisamente pretestuosa), se ci sarà una seconda stagione della serie.

Ed è stato proprio Zerocalcare (al secolo Michele Rech) a rispondere, in un’intervista a ‘Il Messaggero’.

Queste le sue parole in merito.

Ma partiamo prima dalla polemica sul romanesco / romanaccio:

“La serie la si può criticare per mille motivi: può essere brutta, può essere che la mia recitazione sia inadeguata. Ma la questione del romanesco è ridicola, non vale nemmeno la pena discuterla. Chiunque sia capace di andare a fare la spesa da solo è in grado di capire Strappare lungo i bordi. Le altre persone o sono in malafede, o hanno bisogno di un pretesto per andare sui giornali”.

Quindi, sulla questione cardine della seconda eventuale stagione, ZC è parso abbondantemente possibilista:

“Da quando è uscita la serie la mia vita è diventata cosi invivibile che o trovo una centratura, oppure non mi va di stare ingolfato in mezzo alle polemiche. Non c’è niente al mondo che mi costringa a farlo. Sta a me. Ma se trovo un modo di sopravvivere, la faccio“.

Ma se non si hanno date esatte, i fan dell’artista capitolino possono tirare un sospiro di sollievo: nella prima metà dell’anno uscirà un suo nuovo fumetto.

Queste le parole:

“Da quando è uscita la serie la mia vita è diventata cosi invivibile che o trovo una centratura, oppure non mi va di stare ingolfato in mezzo alle polemiche. Non c’è niente al mondo che mi costringa a farlo. Sta a me. Ma se trovo un modo di sopravvivere, la faccio».


Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire NonSolo.TV su Instagram
Clicca qui per seguire NonSolo.TV su Google News
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram