NonSolo.TV intervista Lorella Lauricella: “L’erotismo è l’arte d’intrigare con il vedo e non vedo”

19 Maggio 2023 Off Di KatiaDiLuna
NonSolo.TV intervista Lorella Lauricella: “L’erotismo è l’arte d’intrigare con il vedo e non vedo”

Lorella Lauricella è un’artista di Imola che ha presentato le sue opere all’Eroticart, mostra di arte erotica visibile dal 6 al 20 maggio nello studio ArteBo di Via San Petroni Vecchio 8/A, a cura del direttore artistico Roberto Lacentra. NonSolo.TV ha incontrato l’artista durante il vernissage della mostra per intervistarla sulle sue opere e conoscere meglio la sua passione per l’arte, in particolare legata all’erotismo e sensualità.

K: Buonasera Lorella, piacere di conoscerti intanto perché hai scelto di trattare l’erotismo nell’arte?

L: Buonasera a tutti, sono Lorella Lauricella e a Bologna come in tante altre mostre. Questa mostra in particolare sull’erotismo, che è quello che ci appartiene un po’ a tutti ed è una delle tante forme dell’amore. Quindi, un qualcosa di assolutamente non volgare e penso che tutti abbiamo un pizzico di erotismo dentro di noi, sia maschi che femmine. E mi è piaciuto presentare i due quadri in questa mostra. Altri tipi di mostre a cui mi sono presentata trattano anche la tematica della violenza sulle donne, sul femminile, sugli animali.

K: Quali sono i tuoi modelli d’ispirazione quando dipingi? Ne hai uno?

L: No, non mi sono ispirata a nessuno. Io di solito dipingo soggetti femminili sempre perché mi piace proprio il femminile, in tutti i generi che sia donna dell’800 o una donna moderna dei nostri giorni o immersa nella natura. Insomma, la maggior parte dei miei quadri è rappresentata la donna in tutte le sue sfaccettature. E tra l’altro mi ci vedo.

K: Come vedi il futuro del mondo dell’arte erotica?

L: E non lo so, bella domanda. Immagino sempre che sia qualcosa di molto erotica ma non volgare, almeno a me personalmente non mi piace la volgarità. Mi piace l’erotismo che sia un qualcosa di sensuale e anche nei miei dipinti si vede sempre un vedo e non vedo. Insomma, non c’è mai il pornografico, non mi piace spingermi oltre. Preferisco che ci sia quel leggero pizzico di erotismo ma non esplicito. 

K: Quindi erotismo vedo non vedo. Come vedi rappresentata la sensualità oggi?

L: Anche oggi mi piace il vedo non vedo e soprattutto parlando di quadri, in cui sono rappresentate donne in lingerie di pizzo. Insomma, un qualcosa che stuzzica ma non mostra più di tanto, quel vedo non vedo che è più femminile e intrigante.

K: Una sensualità ad esempio Sophia Loren, per intenderci…

L: Si, esatto quel genere lì. Poi quando c’è la scena quando faceva lo spogliarello Sophia Loren, penso che abbia fatto un gran successo proprio perché si poteva immaginare ma non si poteva vedere più di tanto.

Katia Di Luna